Pavimentazione bordo piscina: quale scegliere

La pavimentazione per il bordo piscina è un elemento imprescindibile se si vuole dare un tocco di personalità e di design all’area. Oggi, sul mercato, ne esistono di tante varietà, capaci di soddisfare ogni esigenza (anche sotto il punto di vista climatico) evitando danni causati, per esempio, dall’umidità.

Uno dei materiali più in voga in questo periodo è il Decking, nonché un legno dalle grandi prestazioni visive e tecniche, che unisce il design all’efficienza. Esiste anche il parquet bambù, molto simile al decking, ma con una maggiore resistenza all’umidità, grazie alla sua caratteristica di essere una pianta che si sviluppa nell’acqua e che, non a caso, la rende perfetta per resistere a bordo piscina.

Tuttavia, il legno in generale è un materiale che richiede particolari cure, come ad esempio il passaggio di olii specifici almeno due volte l’anno, al fine di mantenerne intatte le caratteristiche e la bellezza.

Ma, dall’altro lato, i vantaggi sono davvero numerosi: il legno, infatti, è capace di adattarsi perfettamente all’ambiente esterno e di donargli un’atmosfera elegante ma, allo stesso tempo, accogliente; permette, inoltre, di evitare i lavori di fondamenta, che risultano essere alquanto dispendiosi.

Un altro materiale molto richiesto è il WPC (Wood and Plastic Composite), nato dall’unione del legno polverizzato, derivante dagli scarti della produzione industriale, e del polimero. Il risultato finale sarà un elemento molto simile al legno ma con una resistenza perfetta agli agenti atmosferici e gli attacchi da parte di funghi e licheni.

Oltre alla grande capacità di resistenza, altre caratteristiche fondamentali del WPC sono la reazione alla scoloritura, causata dal passare del tempo, la resistenza allo scheggiamento (aumentando anche la sensazione di sicurezza di chi decide di applicarlo) e, infine, il fatto di non richiedere trattamenti particolari e specifici.

Tuttavia, esiste anche un altro materiale molto amato ma che si allontana dal Decking e dal WPC: la resina drenante, caratterizzata da materiali che vengono mescolati a resina e a sassolini di marmo. La sua capacità fondamentale è la resistenza al ristagno dell’acqua, eliminando, così, il rischio di scivolamento. Inoltre, è un materiale estremamente adattabile ai gusti degli acquirenti, che possono anche decidere di personalizzarlo.

No Comments

Leave a Reply

LACUS È UN MARCHIO DI

plastproject_bianco

FACEBOOK

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ho letto e accettato la Privacy Policy (Regolamento UE 2016/679).

C.da Borgesia, sn - 96015 - Francofonte (SR) Italy

+(39) 095 949260

+(39) 095 948556